5 consigli per mantenere con cura i tuoi capi di lana

Sappiamo fin troppo bene quanto tempo e quanta fatica impieghiamo per realizzare i nostri capi fatti a mano. Quanta felicità quando finalmente nascondiamo le ultime codine e possiamo mostrare con orgoglio i risultati! Proprio perchè vorremmo che questo momento durasse il più a lungo possibile, vi diamo 5 consigli per mantenere con cura i tuoi capi di lana. Scrivi questi utili trucchi per lavare, asciugare e stirare i tuoi capi in maglia!

capi di lana

Come mantenere i capi di lana

1. La lana è una fibra naturale resistente e flessibile, ma richiede una certa cura per preservarne la morbidezza e l’aspetto. Pertanto, non bisogna lavare assolutamente ad alte temperature o con prodotti a base di clorina.
 
capi di lana
 
2. Quando si tratta di mantenere con cura i capi di lana più delicati, raccomandiamo il lavaggio a mano. Nonostante si possano anche lavare in lavatrice (se indicato sull’etichetta del gomitolo) con temperature basse e senza centrifuga.
 
capi di lana
 
3. Se decidete di lavare a mano, non superate la temperatura di 30° e usate detergenti specifici per la lana, ricordandovi di non lasciare il capo in ammollo! Sfregare lievemente, risciacquare un paio di volte in acqua calda e poi risciacquare ancora una volta con acqua fredda.
 
capi di lana
 
4. Per asciugare il vostro capo di lana, scolate un po’ l’acqua senza strizzare e poi stendetela ad asciugare in piatto. Perchè? Per essere sicuri che il peso della lana bagnata non tiri e non sformi il capo.
 
capi di lana
 
5. Finalmente, quando è ora di stirare è importante che il ferro non sia troppo caldo. Usate un panno sottile per prevenire il contatto diretto tra il capo e il ferro, in modo da evitare la comparsa di zone lucenti.
 
capi di lana
 
Speriamo che facciate buon uso di questi consigli per il lavaggio, l’asciugatura e la stiratura. Vedrete così come i tuoi capi di lana lavorata a maglia saranno bellissimi per lungo tempo!
 
capi di lana

4 commenti su 5 consigli per mantenere con cura i tuoi capi di lana

  • Anna De Angelis

    Quando lavo un capo fato da me lo metto su di un telo da bagno,lo sistemo come se fosse asciutto e lo copro con un altro telo di spugna.
    Il risultato è che non uso più il ferro da stiro!

  • Edwige

    Personalmente lavo tutti i miei capi di lana fatti a mano in lavatrice, sul programma della lana a 30°C, con centrifuga bassa (non superiore a 700 giri). Utilizzo poco detersivo per lana (Winni’s lana) a cui aggiungo due tappi di anti- infeltrente ( Sfeltro Nuncas). Metto inoltre pochissimo ammorbidente nella apposita vaschetta (ammorbidente per bambini senza profumo né coloranti Fabuloso). Poi stendo in piano su più fili dello stenditoio.
    Così facendo i capi non si rovinano. Bisogna lavare non più di due capi alla volta e se sono di lana grossa uno alla volta. Invece a mano bisogna stare molto attenti alla temperatura dell’acqua che deve essere bassa ma non fredda (stessa temperatura di lavaggio e di risciacquo), a risciacquare più volte, finché l’acqua è pulita, e sopratutto a non sfregare il capo altrimenti si infeltrisce.

    • Katia Filati (author)

      Brava! Grazie mille per aver condiviso il tuoi consigli, Edwige!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: